giovedì 30 ottobre 2014

Giovani sentinelle a Prato

Mercoledì 29 novembre le Giovani sentinelle tornano a Prato dopo l'assenza dello scorso anno. All'istituto comprensivo Malaparte sono ben due gruppi: alle 8.30 bambini e bambine di quattro classi quarte della scuola primaria Collodi ci accolgono nella loro bella sala mensa per ascoltare e fare tante domande. Incuriositi della figura di Antonino Caponnetto e di cosa sia la mafia, vogliono conoscere e sono attenti alla questione delle regole e a prendersi cura di un bene che appartenga tutti i cittadini. Per questo motivo accettano ben volentieri la sfida della Fondazione di sceglierne uno, di approfondirne la conoscenza e documentare il suo stato, per poi discuterne con chi governa la città di Prato. Analoga sfida abbiamo lanciato più tardi, alle 11.00, ai ragazzi e ragazze più grandi della scuola media Malaparte. Con tre classi seconde ci siamo ritrovati nell'aula magna della scuola a parlare di mafia e di soldi riciclati, di come questi capitali sporchi inquinino l'economia legale e dei prestanome che consentono alle imprese mafiose di partecipare alle gare d'appalto pubbliche. Anche qui uno scambio vivace e serrato e il tempo è volato via, lasciando tante domande in sospeso. Con tutti ci rivedremo venerdì 13 marzo alle ore 16.30, ospiti dell'amministrazione comunale di Prato, in una delle sale del Comune, insieme all'altro istituto comprensivo della città che incontreremo, per la prima volta, fra qualche giorno. Peccato non avere la documentazione fotografica ma la scuola non aveva le autorizzazioni. Preghiamo le altre scuole che ne fossero sprovviste di fornirsene, altrimenti i ragazzi non avranno il piacere di essere presenti con le immagini contenute nel volume finale che, come tutti gli anni, pubblichiamo con i lavori delle singole scuole. Editore Domenico Bilotta Responsabile Nazionale Progetto Scuola

Nessun commento:

Posta un commento