giovedì 19 giugno 2014

Da Casa Caponnetto nel cuore di Corleone a Palazzo Madama

Casa Caponnetto è diventata il luogo di riferimento per tutti coloro che vogliono sottrarsi ai ricatti e alle seduzioni dell'ordine mafioso e intendono vivere e lavorare rispettosi delle leggi e a testa alta. È sorta così l'associazione Fior di Corleone, originale aggregazione di ben 29 produttori, di piccoli imprenditori locali, artigiani e commercianti che non vogliono assolutamente assoggettarsi all'ordine mafioso ma si sentono in difficoltà dal punto di vista delle loro attività economiche perché stretti fra le pressioni dei gruppi criminali e l'impossibilità di accedere agli stessi percorsi produttivi e commerciali delle cooperative e della altre associazioni che lavorano sulle terre confiscate. Questa difficoltà, invece di provocare uno scontro e una contrapposizione fra cittadini che si trovano sullo stesso fronte, ma che vivono condizioni diverse perché alcuni hanno “facilitazioni” e altri no, grazie all'esperienza politica dei cooperanti e della dedizione e passione di Maurizio Pascucci è stato aperto un canale di comunicazione, un terreno comune di confronto e di lavoro che i cittadini e gli operatori economici associati in Fior di Corleone hanno accettato. A dare un particolare significato a tale adesione vi è la scelta di avere casa Caponnetto e la stessa Fondazione come punto di riferimento e la decisione di ricercare insieme forme e modi di collaborazione in modo che anche le loro intraprese economiche abbiano opportunità e sbocchi. Fedele ad Antonino Caponnetto che ci ha più volte ricordato quanto sia grave il rischio di essere soli, di non avere legami e reti di solidarietà che sono il segno della forza e della vitalità di chi si oppone al potere mafioso, la Fondazione ha scelto di stare dalla parte di Fior di Corleone che, al pari della cooperativa Lavoro e Non Solo, sono testimonianza vivente che si può operare nella legalità senza cedere a ricatti e alle facili scorciatoie. Con la Fondazione è giunto anche un segnale straordinario dalle Istituzioni. Infatti una delegazione dell’associazione, uomini e donne cha faticano quotidianamente, con dignità, visi puliti e sinceri, è stata ricevuta dal Presidente del Senato Piero Grasso che ha aperto loro le porte di Palazzo Madama. Insieme con loro anche un gruppetto del Circolo La Rampa di Tavarnelle Val di Pesa che partecipa ogni anno ai progetti di volontariato sulle terre confiscate di Corleone. Da sottolineare la straordinarietà delle parole di Piero Grasso che riportiamo sotto, vi è anche la piccola lezione di etica pubblica, come hanno fatto notare gli associati di Fior di Corleone, non hanno avuto bisogno della mediazione, dell’aiuto, della buona parola del politico locale di turno per trovare ascolto e interlocuzione con chi ha il governo della cosa pubblica, quando piuttosto del sostegno della rete di solidarietà di cittadini, gruppi e associazioni tutti schierati a favore della cultura della legalità. «Mi ricordo quando nel 2006 ho inaugurato Casa Caponnetto, sede della Cooperativa "Lavoro e non solo" che gestisce a Corleone alcuni terreni confiscati alle mafie. Da quelle terre oggi vengono prodotti che sono il simbolo del riscatto e un esempio da incoraggiare. Gli uomini e le donne della Cooperativa hanno pensato di poter essere d'aiuto anche a tutti quei produttori e cittadini onesti della zona che vogliono riscattarsi dal giogo della criminalità organizzata: per questo è stata fondata l'Associazione "Fior di Corleone". La nascita di questa associazione è un segnale di speranza per tutto il territorio. Oggi ho ricevuto alcuni di loro in Senato per testimoniare la vicinanza delle istituzioni a chi quotidianamente sceglie la legalità e l'onestà: mi hanno portato in dono alcuni dei loro prodotti e, credetemi, sono buonissimi!» Il Presidente del Senato Piero Grasso Editore Domenico Bilotta Responsabile Nazionale Progetto Scuola Via Baldasseroni, 25 - 50136 Firenze Tel. e fax 055 2478574 cell. 333 4875190 tutor@giovanisentinelledellalegalita.org domenico.bilotta55@gmail.com scuola@antoninocaponnetto.it http://www.antoninocaponnetto.it http://www.giovanisentinelledellalegalita.org http://giovanisentinelle.blogspot.com/

Nessun commento:

Posta un commento