martedì 24 novembre 2015

Incontro a Camaiore (LU)

Incontro a Camaiore (LU)

Lunedì 23 novembre doppio appuntamento a Camaiore con due Istituti comprensivi. Gli incontri giungono dopo l'approvazione da parte della Giunta comunale della mozione che abbiamo presentato alla Conferenza finale di ottobre. Quella di Camaiore è la terza ad esprimersi sulla mozione ed il segnale degli amministratori cittadini è un ottimo segnale per ragazzi e ragazze che avranno interlocutori attenti e disponibili al confronto e alla discussione.

Ci auguriamo che altre seguiranno e che, sia pure lentamente, questa partecipazione divenga sempre più convinta e numerosa.

Al comprensivo 3 una classe di seconda, incuriosita e vivace, ha seguito il nostro ragionamento su Antonino Caponnetto e sulla mafia per poi interloquire con noi sulle questioni del riciclaggio e dell'impegno richiesto a ciascuno e ciascuna di opporsi alla cultura mafiosa e di sostegno a quella della legalità.

I loro compagni e compagne dello scorso anno avevano posto il problema della pericolosità della via Sarzanese e avevano trovato nel governo cittadino orecchie attente, così a loro abbiamo lanciato la sfida ad essere sentinelle individuando un altro tema di particolare interesse, di studiarlo e approfondirlo per poi discuterne con gli amministratori locali.

Al comprensivo 1 l'altro appuntamento è stato vivacizzato da ben 4 classi di ragazzi e ragazze. Ad accoglierci, nell'anfiteatro della scuola, la Dirigente scolastica e le insegnanti che hanno voluto fortemente la partecipazione al progetto. Con anche Renato Scalia della Fondazione ed esperto del fenomeno mafioso e di infiltrazioni  della malavita organizzata in Toscana.  Dopo aver illustrato il progetto e introdotto il tema del protagonismo dei giovani all'interno della comunità in cui vivono abbiamo parlato di regole e di responsabilità di ogni cittadino contro il rischio di infiltrazioni mafiose nell'economia sana, della responsabilità di chi sceglie di fare affari con essa. Renato  Scalia si è soffermato sulla presenza di alcune famiglie mafiose in Versilia dove operano da anni e il suo racconto ha suscitato molte domande.
L'attenzione dimostrata dai ragazzi fa ben sperare sugli esiti del lavoro e, per la vivacità dell'incontro, il tempo è passato veloce.

Con ragazzi e ragazze dei due comprensivi ci siamo dati appuntamento per lunedì 29 febbraio presso la Sala comunale di Camaiore.

Editore Domenico Bilotta

Responsabile Nazionale Progetto Scuola

Nessun commento:

Posta un commento