giovedì 12 marzo 2015

Le giovani sentinelle a Castelfiorentino

Le Giovani sentinelle dell'ISIS Enriquez di Castelfiorentino incontrano i propri Amministratori Lunedì 9 marzo appuntamento a Castelfiorentino con le Giovani sentinelle dell'ISIS Enriquez. Studenti e studentesse sono stati ospiti dell'amministrazione nell'aula consiliare del Palazzo comunale. Ad accoglierli l'Assessore alla Pubblica Istruzione Enrico Cappellini e il Consigliere delegato alla legalità Laura Rimi. Dopo il loro breve saluto, abbiamo illustrato il progetto nel suo sviluppo lungo l'intero anno scolastico, mettendo in risalto i caratteri di percorso di formazione alla cittadinanza per studenti e studentesse grazie al loro protagonismo con lo studio e l'approfondimento di un tema significativo e il confronto con gli amministratori. Di rilievo è anche l'attenzione alla questione dei beni confiscati, elemento chiave di un contrasto non solo giudiziario alla mafia, ma anche sul piano delle ricchezze e della disponibilità di beni, oltre ché su quello simbolico, molto importante, di sottrarre un oggetto frutto di attività illegale e riutilizzarlo per i fini della collettività. Hanno preso la parola i giovani che hanno scelto come tema le vicende e il destino dell'Ostello della Gioventù costruito nel 2000 con le risorse economiche del Giubileo. Gestito per un primo periodo si è poi giunti ad una interruzione del servizio. Vi era la necessità di un intervento di frazionamento termico che rendeva improduttiva la gestione, inoltre lo stesso intervento ha suscitato molte lamentele in quanto sono stati necessari nuovi lavori con finanziamenti pubblici su un opera già realizzata e collaudata. Infine anche la scelta, poi ritenuta sbagliata, di non aderire più all'Associazione Italiana degli alberghi per la Gioventù che ha comportato ulteriori costi economici. Dopo aver fatto emergere, con il loro lavoro di approfondimento, tutte queste difficoltà, ragazze e ragazzi hanno avanzato una proposta che tiene conto di una ridefinizione degli spazi e delle attività: favorire quelle in favore di giovani del luogo al fine di avere spazi d'aggregazione perché quelli esistenti attualmente sono ritenuti insufficienti. In questo contesto è emersa anche la proposta di prevedere al piano terreno un pub con spazi d'incontro e di socializzazione che non renda obbligatoria la consumazione. Le proposte sono state il frutto di un lavoro d'indagine e di interviste effettuate tra i coetanei di Castelfiorentino, rendendo così esplicito quel bisogno che, tante volte, in questi anni, abbiamo rilevato fra i giovani in tante città della Toscana: spazi per loro sottratti alla logica del consumo, spazi pubblici sottratti alla logica del privato. Enrico Cappellini ha puntualizzato che in questo momento la gestione dell'Ostello è oggetto di un bando di idee progettuali che indurrà il Comune a decidere la sua assegnazione quanto prima e ha invitato la scuola alla formalizzazione della proposta che permetterà all'amministrazione comunale di valutarla in fase di aggiudicazione del servizio. La risposta dell'assessore intriga i giovani che si dichiarano interessati e questo primo confronto è di buon auspicio per una discussione stimolante e uno scambio fra cittadini e chi governa la cosa pubblica. Una prima controprova sarà il terzo appuntamento con le altre scuole della provincia, a Firenze, il prossimo lunedì 18 maggio. Clicca qui per scaricare le foto Maurizio Pascucci Responsabile Nazionale Beni Confiscati Foto link http://progettosentinelleistituzioni.voxmail.it/rs/content/secondo_incontro_enriquez.pdf

Nessun commento:

Posta un commento